Secondo una recente ricerca svedese, la Dieta Paleo potrebbe aiutare le donne anziane a perdere peso e ridurre il rischio di diabete e di malattie cardiache.

Durante lo studio, sono state prese in considerazione 35 donne obese in post-menopausa e con un livello di zuccheri nel sangue nella norma. Le donne hanno seguito la dieta Paleo per due anni, suddividendo il loro apporto calorico giornaliero in 30% di proteine, 30% di carboidrati e 40% di grassi (principalmente grassi insaturi).

La dieta dello studio includeva carne magra, pesce, uova, verdure, frutta, noci e frutti di bosco, con semi, olio di oliva e avocado come fonti di grassi aggiuntivi.
Erano esclusi latticini, cereali, sale, grassi raffinati e zuccheri aggiunti.

Inoltre, sono state prese in considerazione altre 35 donne chiedendo loro di seguire una dieta a basso contenuto di grassi (15% di proteine, 30% di grassi e 55% di carboidrati)

Dopo due anni, le donne che hanno seguito la dieta Paleo hanno riferito di aver diminuito il loro apporto di grassi saturi del 19% e di aver aumentato del 47% l’assunzione di grassi monoinsaturi e del 71% l’assunzione di grassi polinsaturi.
In confronto, le donne che hanno seguito la dieta povera di grassi non hanno riportato cambiamenti significativi nella loro assunzione di grassi.
Le donne hanno sperimentato questi benefici aderendo alle linee guida della dieta Paleo, senza limitare il rapporto calorico.

Entrambe le diete hanno provocato una simile e sostanziosa perdita di peso.

Caroline Blomquist, dottoranda presso l’Università di Umea in Svezia e autrice della ricerca, ha affermato che i risultati dello studio indicano che la dieta Paleo potrebbe rivelarsi un mezzo efficace per combattere l’obesità e potrebbe fornire alcuni benefici per la salute.

 

Fonte: http://www.webmd.com/menopause/news/20160403/paleo-diet-may-help-older-womens-hearts-waistlines?page=2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *